«La Commissione sospende la cooperazione transfrontaliera e la cooperazione transnazionale con la Russia e la Bielorussia» || Rif.: ec-europa-eu / Rappresentanza It-Mi – Comunicato 4-Marzo-2022.

«La Commissione sospende la cooperazione transfrontaliera e la cooperazione transnazionale con la Russia e la Bielorussia»

«A seguito dell’aggressione militare russa contro l’Ucraina, e in linea con la decisione della Commissione di dare piena attuazione a tutte le misure restrittive dell’UE, la Commissione ha sospeso la cooperazione con la Russia e l’alleata Bielorussia nel quadro dei programmi di cooperazione transfrontaliera dello strumento europeo di vicinato (ENI CBC) e del programma Interreg per la regione del Mar Baltico.

Questo significa tra l’altro che non saranno erogati ulteriori pagamenti alla Russia o alla Bielorussia. La sospensione ha effetto immediato per i nove programmi di cooperazione transfrontaliera dello strumento europeo di vicinato che coinvolgono la Russia e la Bielorussia e per il programma Interreg per la regione del Mar Baltico nel periodo di programmazione 2014-2020. Il finanziamento complessivo dell’UE per gli otto programmi con la Russia ammonta a 178 milioni di €, mentre il finanziamento totale dell’UE per i due programmi con la Bielorussia è di 257 milioni di €. Tale sospensione è prevista dal regolamento sul programma di cooperazione dello strumento europeo di vicinato nel caso di violazioni del diritto internazionale, dei diritti umani, dei principi democratici e dello Stato di diritto. 

La cooperazione con i due paesi è sospesa anche in relazione al nuovo periodo di programmazione 2021-2027.

Elisa Ferreira, Commissaria per la Coesione e le riforme, ha dichiarato: “L’aggressione militare russa è una palese violazione della Carta delle Nazioni Unite, del diritto internazionale e dell’ordine basato su regole. La sospensione di tutti i programmi e pagamenti transfrontalieri e transnazionali destinati alla Russia e alla Bielorussia e il contemporaneo rafforzamento del sostegno all’Ucraina sono un’espressione concreta di solidarietà dell’Europa e della politica di coesione con il popolo ucraino.”

Ulteriore sostegno all’Ucraina

La Commissione sta al tempo stesso valutando con urgenza il margine giuridico e operativo per un rafforzamento degli attuali programmi di cooperazione transfrontaliera tra i paesi dell’UE (Polonia, Ungheria, Romania, Slovacchia) e l’Ucraina e la partecipazione dell’Ucraina al programma ENI CBC per il bacino del Mar Nero o al programma transnazionale Interreg Danubio.

Con oltre 1 000 partenariati attivi tra le autorità regionali e locali dell’UE e le regioni frontaliere dell’Ucraina, i programmi danno la possibilità di portare un sostegno rapido ed efficace all’Ucraina, anche per i rifugiati. 

Contesto

Lo strumento europeo di vicinato (ENI) è il principale strumento finanziario della politica estera dell’UE per i paesi del vicinato orientale e meridionale.

Il programma di cooperazione transfrontaliera dello strumento europeo di vicinato (ENI CBC) 2014-2020, che nel periodo di programmazione 2021-2027 si chiamerà “Interreg NEXT 2021-2027”, è finanziato dalla politica europea di vicinato e dalla politica di coesione dell’UE. Supporta lo sviluppo sostenibile lungo le frontiere esterne dell’UE e contribuisce a ridurre le differenze nel tenore di vita affrontando sfide comuni attraverso tali frontiere. Consente anche la cooperazione tra l’UE e i portatori di interessi regionali e locali dei paesi partner, sulla base del principio di partenariato su un piano di parità. 

I programmi ENI CBC che coinvolgono la Russia o la Bielorussia sono i seguenti: “Kolarctic”, “Carelia”, “Finlandia sudorientale/Russia”, “Estonia/Russia”, “Lettonia/Russia”, “Lituania/Russia”, “Polonia/Russia”, “Lettonia/Lituania/Bielorussia” e “Polonia/Bielorussia/Ucraina”. La Russia partecipa inoltre al programma di cooperazione transnazionale per la regione del Mar Baltico.

I programmi ENI CBC e Interreg che coinvolgono l’Ucraina sono: “Polonia/Bielorussia/Ucraina”, “Ungheria/Slovacchia/Romania/Ucraina”, “Romania/Ucraina”, “Bacino del Mar Nero” e “programma Interreg per la regione danubiana”.»

Per ulteriori informazioni

Dichiarazione della Presidente von der Leyen relativa a ulteriori misure per rispondere all’invasione russa dell’Ucraina

Cooperazione transfrontaliera

Cooperazione transnazionale